Black Friday: qual è la sua origine? E perché il colore nero?

Il venerdì nero o meglio il Black Friday è l’ennesima consuetudine importata dagli USA dove, il venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento, i negozi offrono super sconti per lo shopping di Natale.

black-friday-shopping

Black Friday… In queste ore non si parla d’altro. Ma vi siete mai chiesti l’origine di questa “ricorrenza”? E perché si fa riferimento al colore nero? Questo speciale venerdì viene l’indomani del giorno del Ringraziamento (la festa che si celebra il quarto giovedì di novembre negli Usa e in Canada) ed è la data in cui, secondo una tradizione che si è consolidata negli anni Sessanta, i negozianti americani propongono sconti speciali per incentivare lo shopping e dare il via alle spese natalizie.

PERCHÉ PROPRIO “NERO”? Perché all’epoca i registri contabili dei negozianti si compilavano a penna, usando inchiostro rosso per i conti in perdita e quello nero per i conti in attivo. E nel venerdì dopo il ringraziamento, grazie a queste promozioni, i conti finivano decisamente in nero.

UN’ALTRA TEORIA. Secondo un’altra tesi, l’origine del nome è meno poetica. Il “nero” sarebbe causato dal traffico sulle strade e dalla congestione nei negozi, provocata da migliaia di americani attirati da sconti – validi soltanto quel giorno – anche dell’80 per cento. La prima volta che se ne parlò, sembra essere stato nel 1961 quando a Philadelphia il venerdì dopo il Ringraziamento fu davvero trafficato. I colori simbolo e le loro storie

PREVISIONI ECONOMICHE. Il Black Friday è visto da diversi analisti finanziari come un indicatore statistico della propensione ai consumi e alla spesa negli Stati Uniti. È l’inizio ufficiale dello shopping natalizio e può essere utilizzato come parametro per stimare l’andamento di tutta la stagione natalizia. Il venerdì nero è così importante che alcune grandi catene anticipano i loro saldi anche nel giorno del Ringraziamento.

Black Friday in Italia

L’Italia accoglie relativamente tardi il Black Friday: della giornata di grandi promozioni non si parla effettivamente per lungo tempo, almeno fino all’avvento degli eCommerce. Il commercio online è il primo a recepire l’importanza del Black Friday e ad attivarsi con diverse strategie di marketing per aumentare le vendite a ridosso del Natale. L’aumento delle vendite è palpabile e immediato, tanto da spingere, con qualche anno di ritardo, anche gli stessi negozi fisici ad approfittare del “venerdì nero” per risollevare i guadagni con sconti della durata di un giorno.

Ad oggi il Black Friday in Italia è diventato irrinunciabile. In attesa della prossima giornata di promozioni, gli italiani si stanno infatti preparando sia per il commercio online che per gli acquisti nei negozi.

Un recente studio di Piucodicisconto ha rivelato che tra il 2016 e il 2018 il volume di ricerca online della parola Black Friday è aumentato di oltre il 50%, e quest’anno è atteso un ulteriore incremento di oltre il 20%. L’interesse è, quindi, davvero molto alto, con circa il 91% del campione intervistato che afferma di essere pronto a fare compere spendendo tra i 200€ e i 500€ nella maggior parte dei casi.

GLI ALTRI GIORNI DELLO SHOPPING. Esite anche un Cyber Monday (lunedì cibernetico): cade il primo lunedì successivo al Black Friday e viene dedicato agli sconti sui negozi online, sebbene ormai anche questi ultimi dedichino ai loro utenti offerte lampo durante il venerdì nero.

Negli ultimi anni, per favorire oltremodo i consumi, il Black Friday si è trasformato nella settima del Black Friday, con sconti e offerte speciali che si trascinano lungo tutta la settimana precedente.

Articolo tratto da Focus

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *